Presso il nostro laboratorio è stato attivato un Centro per le Malattie della Tiroide, sotto la direzione del Prof. Francesco Lippi e con la collaborazione della Dr.ssa Barbara Mazzi.

 

Da oltre 35 anni, nell'ambito dell'Istituto di Metodologia Clinica e Medicina del Lavoro e attualmente Istituto di Endocrinologia di Pisa è stato istituito il Centro per la Prevenzione e la Cura del Gozzo dedicato alle patologie della tiroide. La disponibilità di un supporto medico superspecialistico ha permesso un progressivo sviluppo dell'attività clinica permettendo di ottenere in tempi rapidi non solo la diagnosi delle patologie tiroidee ma soprattutto il trattamento della patologia tiroidea ed in particolare dei tumori differenziati della tiroide.

Infatti l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha conferito il titolo, nel 1995, di Centro di Riferimento per la Diagnosi e il Trattamento del cancro della Tiroide e delle altre Malattie Tiroidee (WHO Collaborating Center for the Diagnosis and Treatment of Thyroid Cancer and Other Thyroid Diseases), in riconoscimento del ruolo primario svolto nello studio del carcinoma tiroideo indotto dalle radiazioni provocate dal disastro nucleare di Chernobyl.

 

Per tale ragione, sia per l’enorme esperienza che ci contraddistingue, sia per venire incontro alle esigenze del paziente che non ha la possibilità di spostarsi a Pisa, grazie alla collaborazione con il Prof. Dott. Francesco Lippi e la Dr ssa Barbara Mazzi, presso il Laboratorio Analisi Cliniche Alessandrini è stato aperto un Centro per le Malattie Tiroidee.

 

La prerogativa del nostro Centro per Malattie della Tiroide ricalca una metodologia di lavoro ormai standardizzata da anni e che permette nel giro di poche ore di ottenere la diagnosi di malattia e di poter impostare la corretta terapia evitando così al paziente di eseguire gli accertamenti necessari con attese molto lunghe.

 

Nel Centro infatti possono essere eseguite contemporaneamente:

 

  • prelievo per esami ormonali
  • valutazione clinica del paziente
  • ecografia volumetrica della tiroide con color doppler
  • eventuale ago aspirato tiroideo eco-guidato
  • esame citologico su ago aspirato tiroideo (analizzato presso l’Anatomia Patologica di Pisa)
  • visita conclusiva.

Naturalmente come specialisti endocrinologi valutiamo tutte le malattie che riguardano la Endocrinologia. In particolare la Dr.ssa Barbara Mazzi segue le pazienti nel periodo post-menopausa. Questo periodo così particolare della donna post-menopausale che necessita di particolari attenzioni sia per quanto riguarda il metabolismo in generale sia per il metabolismo fosfo-calcico che interessa la struttura dell’osso.

La presenza di un densitometro DEXA nel laboratorio permette di valutare la massa ossea (MOC) e quindi di poter iniziare sia una terapia preventiva sia una terapia effettiva in caso di osteoporosi.

 

Prof. Dott. Francesco Lippi

lippiLaureato in Medicina e Chirurgia e Specialista sia in Endocrinologia che in Medicina Nucleare.

Negli anni 1980-1992 ha svolto attività didattica presso l'Istituto di Metodologia Clinica e Medicina del Lavoro, Cattedra di Patologia Medica II diretta dal Prof. Lidio Baschieri e successivamente presso l'Istituto di Endocrinologia dell'Università degli Studi di Pisa, diretta dal Prof. Aldo Pinchera.

Dall'anno accademico 1994-95 ad oggi è Professore della Scuola di Specializzazione in Endocrinologia e Malattie del Ricambio (indirizzo Endocrinologia) della Università degli Studi di Pisa con il Corso di Diagnostica Citologica delle Endocrinopatie, diretta dal Prof. Pinchera.

E’ autore di circa 200 pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali.

Campi di interesse:

Nel campo della diagnostica con radioisotopi e della terapia con 131-I ( Terapia radiometabolica dei pazienti ipertiroidei e dei pazienti con carcinoma della tiroide).

Ha partecipato allo Studio Multicentrico Europeo sulla efficacia del TSH ricombinante umano nella diagnostica e nella terapia del carcinoma differenziato della tiroide occupandosi in maniera specifica della esecuzione delle immagini scintigrafiche dei pazienti con carcinoma differenziato della tiroide. Per questo ha conseguito (insieme al proprio staff) il premio come migliore Centro Internazionale.

Attualmente esegue studi clinici sulla terapia dei carcinomi differenziati della tiroide con l’uso del TSH ricombinante umano. In particolare studia gli effetti del trattamento con 131-I sulla efficacia terapeutica delle metastasi di carcinoma della tiroide.

Svolge inoltre parte attiva nello studio della cinetica dello iodio radioattivo nei pazienti trattati con 131-I per ipertiroidismo e per carcinoma della tiroide

Partecipa allo studio multicentrico Internazionale sulla cinetica del radioiodio nei pazienti con carcinoma differenziato della tiroide trattati con radioiodio dopo stimolo con TSH umano ricombinante.

 

Dr.ssa Barbara Mazzi

mazzi-tiroideMedico chirurgo, specializzata in Endocrinologia e malattie del ricambio, formata presso la prestigiosa scuola pisana fondata dal Prof Aldo Pinchera è stata collaboratrice dello stesso Professore nella propria attività libero-professionale.

Svolge attività clinica presso il Dipartimento di Endocrinologia dell’Ospedale Cisanello di Pisa.

E’ autrice di lavori scientifici pubblicati su prestigiose riviste internazionali.


Le competenze della Dr. ssa Mazzi comprendono:

  • diagnosi e cura del morbo di Basedow e della oftalmopatia basedocwiana
  • esame ecografico del collo per lo studio della patologia tiroidea e paratiroidea
  • ago aspirato noduli tiroidei
  • inquadramento diagnostico e terapeutico dell’osteoporosi.